• Giugno 18, 2021

Impara a lavorare con le mani, femminuccia!

DiClass Alfa

Gen 26, 2021

La riscoperta quotidiana degli antichi mestieri.

Molti ragazzi oggi non sanno nemmeno risolvere i più semplici problemi tecnici che gli si possano presentare davanti, e questa è una grande mancanza della nostra generazione. La manualità è una di quelle qualità maschili che si sono perse da molti anni e che caratterizzavano tutti gli uomini del passato. Se ora passiamo il nostro tempo a zerbinare donnine sui social o a trastullarci su Porn Hub, i nostri nonni impiegavano il tempo libero a riparare il trattore o a intonacare i muri della cantina.

Credo che sia importante per tutti, indipendentemente dalla propria professione, saper fare più lavori manuali possibili. Al di là dei benefici per il corpo e per la mente che certe attività portano, ci sono dei chiari vantaggi economici nel saper sbrigare certe faccende.

Guadagni: le sottovalutate opportunità di certi mestieri

Se è vero che il progresso ha ucciso determinati lavori manuali, è vero allo stesso tempo che molti altri non moriranno mai e che anzi c’è una crescente richiesta nel mercato di certe professioni in cui ci si deve sporcare le mani. I meccanici, per esempio, non smettono mai di lavorare e sono anche costretti ad aggiornarsi costantemente dato che l’industria dell’automobile non smette di innovare. Lo stesso vale per elettrauto e carrozzieri. Il lavoro li perseguita letteralmente se sono in gamba.

Il vantaggio di certe professioni poi è quello che ci si può mettere in proprio rapidamente e fare impresa, toccando guadagni a sei cifre dopo qualche anno. Ve lo immaginate il dipendente di Intesa San Paolo che si licenzia per diventare banchiere? Fa sorridere vero? Mentre per un idraulico è molto più semplice fare la comunicazione di inizio attività alla Camera di Commercio di riferimento e aprire la sua partita IVA per iniziare a lavorare in proprio in pochi giorni come artigiano.

Non credete che le carriere dal collare blu diano buone opportunità di fare soldi? Guardate l’esempio di questo meccanico Texano che, facendo manutenzione ai motori diesel che muovono le pompe dei pozzi petroliferi, fattura la bellezza di 20 milioni di dollari.

Il prezzo del suo servizio per riparare uno di questi enormi motori Diesel viaggia fra i 65’000 e i 110’000 dollari.

Con le carriere “sporche” si può scalare la gerarchia a passi lunghi e arrivare a cifre che spesso un impiegato in giacca e cravatta non vede nemmeno in 35 anni di carriera.

Seduzione.

Sembrerà una banalità, ma certe professioni esercitano sul gentil sesso un fascino senza tempo. Per fare certi lavori occorre forza fisica e una certa decisione perchè spesso bisogna risolvere problemi in fretta. Anche il coraggio gioca la sua parte, e molti lavoratori manuali devono operare in condizioni pericolose, come i saldatori subacquei o i tecnici dell’alta tensione. Ammettiamolo, alle donne eccitano di brutto questi tipi di professionisti e quando pensano di farsi sbattere a dovere nel loro ideale non c’è certo il rappresentante assicurativo effeminato o il professore di filosofia del figlio. Nei sogni erotici delle donne abbondano idraulici, giardinieri e saldatori, sporchi, con le mani callose e i portafogli pieni di banconote!

Risparmi: evitare fregature.

Se c’è una costante fonte di costi per una persona normale, quella è la manutenzione. Tutto in una casa ha bisogno di manutenzione, e per ogni problema esiste un carissimo professionista specializzato.

Quando tiri lo sciacquone del WC la tua merda, invece di andare dritta nella fogna, galleggia nel lavello della cucina? Chiami l’idraulico.

Il tuo salotto ha temperature pari a quelle del terzo cerchio infernale della Divina Commedia? Chiami il tecnico del climatizzatore.

Tua moglie urla come un kamikaze iracheno perchè ogni volta che attacca la piastra alla corrente salta tutto e il suo “appuntamento di lavoro” con Mirko del reparto revisione contabile rischia di saltare? Chiami l’elettricista.

Insomma, spesso presi dallo stress ci mettiamo nelle mani di un professionista, anche per il minimo problema tecnico, perchè siamo terrorizzati dalla paura di fare danni. Gravissimo errore. Dopo soli 20 minuti il tecnico ti spara in faccia una ricevuta non fiscale di 250 euro, e prova a non pagarla, ti ha appena tolto dai casini!

La verità è che bisognerebbe affrontare la paura e cogliere l’occasione che nasconde. Non potete nemmeno immaginare quanto ci si possa sentire bene dopo che si sono cambiate le pastigle dei freni della macchina risparmiando i 150 € che il meccanico di fiducia aveva preventivato.

Insomma, tolti casi molto complicati consiglio di rimboccarsi le maniche e di risolvere quei problemi che ci potrebbero costare carissimi. Oltre al risparmio vi godrete un’impennata di serotonina garantita.

Class Alfa

Appassionato di miglioramento personale. Esperto di chirurgia plastica e maxillofacciale, sociologia e gestione di micro impresa.

3 commenti su “Impara a lavorare con le mani, femminuccia!”
  1. Bravo, bravissimo, ottimi consigli! Tanto, ci si puo’ improvvisare benissimo elettricisti, meccanici, idraulici, muratori, piastrellisti e tutto il resto! Anzi, bastano un paio di video su Youtube e un poco di strumenti comprati su Aliexpress per improvvisarsi chirurghi o dentisti! Basta con la dittatura di questi “professionisti” che si permettono di chiedere un sacco di soldi solo perche’ hanno abilita’ consolidate con anni di studio ed esperienza!

    Tanto, cosa potrebbe mai andare storto?

      1. Posso dirti che ho visto le porcate peggiori nelle case di quelli che si guardavano due video Youtube e si credevano grandi artigiani. Che dire, ce ne vuole di cervello per farsi decine di migliaia di euro di danni e rischiare la pelle, il tutto per non pagare duecento euro di elettricista o idraulico.
        Poi hai ragione nel dire che ci sono i pezzi di merda che per cambiare una guarnizione o un interruttore ti fanno pagare una settimana di lavori, ma quelli sono casi particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *