• Giugno 19, 2021

Fatturami quello che ti abbiamo pagato!

DiClass Alfa

Feb 7, 2021

Approfitto di quanto mi sta accadendo ora con i clienti di cui ho parlato in questo articolo per arricchire con la mia esperienza reale il bagaglio comportamentale degli imprenditori all’ascolto.

Da lunedì mi chiedono di fatturare i pagamenti parziali che ho ricevuto per servizi già eseguiti, l’ultimo tentativo è stato tramite telefonata da parte dell’ingegnere capo della manutenzione.

Occorre specificare che a contratto ho stabilito di ricevere un 10% a 60 giorni dalla consegna, come garanzia della qualità del mio servizio. Dal giorno della consegna formale inoltre scattano 18 mesi di garanzia. Insomma, almeno per adesso, per certi servizi offro ai clienti queste due diverse garanzie, una delle quali consente di pagare molto in ritardo l’ultima parte del mio prezzo.

Ovviamente mi espongo al rischio di non vedere mai quel 10%, ma a questo pongo rimedio emettendo la fattura fiscale solo dopo aver riscosso tutto. E così ho fatto anche con loro fin’ora.

Adesso, approfittando della fine dell’anno, mi dicono che hanno assolutamente bisogno delle fatture di tutto quello che mi hanno pagato, e che posso poi emettere un’altra fattura contro il pagamento del 10% finale. Pensano proprio che sono coglione. «Dobbiamo chiudere l’anno fiscale» lol. Ovviamente non cambia nulla se la fattura che consegno ha data 15 gennaio o 20 febbraio. Contabilmente non ci sono problemi.

«Think big and kick asses.»

Donald Trump.

Oltre a numerose email da una tizia della contabilità, ho ricevuto anche, come detto, la chiamata dell’ingegnere, che ho chiuso poco fa in modo irremovibile. Gli ho detto, mentendo, che in passato sono stato fregato così e che da allora una delle mie politiche è quella di emettere fattura solo a pagamento completato. Quel gran figlio di puttana ha cercato di mettermi in difficoltà, ma la mia superiorità in ambito contabile lo ha zittito. Gli ho ripetuto che «questa è una politica interna della mia azienda, è non posso non rispettarla.»

Il gran bastardo (l’ingegnere) ha anche cercato di intimorirmi nominando la garanzia di 18 mesi, il contratto e il loro ufficio legale, dal quale mi aspetto a breve una email minatoria.

Sono convinto che con questa gente tocchi essere durissimi, pena un’inculata, e devi dire NO davanti a ogni minimo tentativo di fregarti.

Ultimamente ho ricevuto un secondo tentativo di fregatura da questi personaggi.

A novembre mi hanno fatto arrivare un assegno che dovevo incassare con importo del tutto inventato, e di circa il 60% più basso. Mi hanno voluto inculare. Vi spiego come. Da aprile tutti i loro pagamenti son stati effettuati tramite bonifico, per evitare di far girare assegni in tempo di Covid, ma per questo pagamento, che era di ben 1’950.00 dollari, casualmente, mi hanno fatto avere un assegno. Perchè? Perchè così avrei firmato una ricevuta, magari affamato e con la voglia di soldi. Una volta aperto il contenzioso si sarebbero attaccati proprio alla ricevuta, dicendomi che non avrei dovuto accettare, e che ormai il pagamento era stato fatto e il conto saldato. Ovviamente non ho accettato l’assegno presentato di soli 780.00 dollari e mi hanno consegnato l’assegno corretto 2 settimane dopo, in seguito a mie pressioni tramite continue visite alla sede centrale. Magari mi sbaglio, ma io sono sicuro che hanno provato a fregarmi, a prendersi uno sconto con la forza, altrimenti mi avrebbero fatto un bonifico come sempre, ma i bonifici non li firmi…

Insomma dopo questo episodio con questa gente non posso permettermi di essere debole, proprio ora che ho la situazione a mio favore. I pagamenti restanti sono minimi, anche se mi farebbero comodo, mentre il totale da fatturare è abbastanza alto. Devo ancora incassare 1’210, ma devo fatturare ben 12’100. Le fatture servono a loro più di quanto i soldi servano a me. In ogni rapporto chi ha più bisogno dell’altro è colui che ha meno potere.

Devo ammettere però che sono stressato, e ho un po’ di paura. Queste sono le cose che affronti quando hai a che fare con un pesce più grosso di te. Può farti mangiare i resti del suo cibo, magari all’inizio, ma appena ne avrà voglia cercherà di divorarti.

Class Alfa

Appassionato di miglioramento personale. Esperto di chirurgia plastica e maxillofacciale, sociologia e gestione di micro impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *