• Maggio 10, 2021

Chi è un SIMP?

DiClass Alfa

Feb 12, 2021

I segaioli esplodono letteralmente sui social!

In questo blog, fin dal titolo, ho voluto trasmettere ai lettori quelle che sono le caratteristiche, mentali e fisiche, di una maschio Alfa. Far capire alle nuove generazioni di uomini come ci si deve comportare per raggiungere obiettivi nella vita è fondamentale, per gli individui e per la società. Sono convinto che sia vantaggioso prima di tutto per me che in giro ci siano più uomini tutti d’un pezzo, leali, disciplinati e che non si fanno mettere i piedi in testa dalle donne.

Nella nostra società invece sembra che si voglia fare l’esatto opposto. In tutti i modi i media e i social network ci mostrano come dovremmo comportarci per favorire le donne, il femminismo e la continua distorsione dei valori dominanti in Occidente. Il mondo pagliaccio moderno ci mette davanti dei veri e propri esempi di Homo Novus. Uomini dalle caratteristiche fisiche e mentali totalmente ripensate sulla base di nuovi valori liquidi, dell’ambiguità sessuale e della nuova immagine di donna forte e indipendente che ci vogliono far accettare a tutti i costi.

Tra questi esempi da seguire si è andato a conformare una categoria di individui vomitevole e in forte crescita. Sto parlando dei SIMP.

Il termine SIMP deriva dallo slang americano e identifica un uomo, tendenzialmente giovane, che cerca di attirare in tutti i modi le attenzioni di una ragazza specialmente su internet. Il SIMP elargisce commenti, mi piace e cuoricini alle sue influencer preferite, inondandole di attenzioni. Le ragazze più belle e seguite raccolgono letteralmente le attenzioni di un esercito di SIMP. Di recente in molte hanno pensato bene di trasferire i loro seguaci più “morti di figa” sul nuovo social network Onlyfans.com in modo da poter monetizzare meglio le proprie terga. “Spremere il limone”, come direbbe un venditore di lunga esperienza.

Una foto qualunque di Diletta Leotta. Ormai gli uomini si umiliano pubblicamente con tanto di foto del viso.

I social network e l’esplosione della pornografia hanno abituato sempre di più i giovani maschi a sublimare la propria sessualità attraverso la rete, con conseguenze disastrose. Se con il consumo compulsivo di porno si soddisfano i desideri sessuali, con l’attività di simping si sublimano un po’ i sentimenti. La supplica emotiva attuata dai giovani moderni sui social costuisce un surrogato del corteggiamento. Il cuoricino su Instagram è quello che 20 anni fa era la letterina d’amore, il mazzo di fiori, la scatoletta di cioccolatini consegnata davanti a tutti. Chi più, chi meno, oggi quasi tutte le donne possono raccogliere le attenzioni on line dei SIMP, che sono letteralmente 24 ore al giorno attaccati ai social. Appena vedono una foto nuova la inondano di mi piace facendola schizzare in alto in poco tempo, e regalando alla donna in questione un’ondata di dopamina, rendendola dipendente dai social come fonte continua di piacere e validazione maschile. Se i siti porno danno ai ragazzi gli orgasmi, i social danno alle ragazze le attenzioni, i complimenti, e tutto quello che le fa stare bene. Il meccanismo è ormai ben strutturato e ogni giorno nuovi ragazzi si arruolano nell’esercito dei morti di figa del terzo millennio.

Perché i SIMP continuano ad aumentare?

Sicuramente dietro al comportamento di quelli che a prima vista potrebbero sembrare dei poveri malati di mente c’è un motivo logico.

Gli uomini sono abituati a razionalizzare tutto perchè sono problem solver per necessità evolutiva. Se i maschi della nostra specie avessero basato il proprio comportamento sulla “bellezza interiore”, sull’essere se stessi e sui sentimenti non saremmo di certo arrivati a passeggiare sulla lunao o a scoprire la penicillina. Siamo abituati ad identificare i problemi, semplificarli in schemi, e poi trovare una soluzione pratica ed efficace. Lo abbiamo fatto per i trasporti, passando dalle carriole ai Boing 747. Abbiamo risolto attraverso la nostra logica problemi complicatissimi, in modo spesso semplice.

Anche quando si tratta di donne non riusciamo a fare a meno di cercare una soluzione pratica. Se le donne hanno quello di cui abbiamo bisogno, ovvero la vagina, siamo portati per natura a proporre uno scambio. L’uomo, inconsciamente, pensa che se vuole dalla donna il sesso dovrà dare in cambio alla donna qualcos’altro. Per questo vedete i ragazzini delle medie aiutare le compagne di scuola a portare i libri. Ecco spiegato perchè il bruttino neopatentato scarrozza le “amiche” senza ricevere mezzo centesimo di benzina. Dietro ad ogni favore maschile c’è sempre la sottile richiesta di ricevere in cambio del sesso.

Per questo il noto comico americano Chris Rock definiva gli amici maschi delle ragazze come dei cazzi di sicurezza, in scatole di vetro da rompere in caso di emergenza. Una metafora geniale per spiegare il vero motivo per cui molti uomini si offrono di essere amici di una donna. L’amicizia tra uomo e donna semplicemente non può esistere.

Ovviamente la società moderna ha insegnato ai maschi ad annullare la propria sessualità e quindi nessun SIMP ammetterebbe mai di avere un secondo fine. «Lo faccio perché è una mia amicah!!1!»

La massima utilità di un simp per una donna moderna è sempre poterlo spennare.

Fare il SIMP quindi è in qualche modo inevitabile, e tutti almeno una volta ci siamo caduti.

La strategia di simping è sempre più praticata perchè è molto sicura. I rischi di essere rifiutati, magari in modo brutale, sono nulli. Invece di mettersi in gioco dal vivo ed esporsi all’insulto, invece di chiedere attraverso DM di uscire alla ragazza desiderata, si preferisce “corteggiare” a distanza. Il premio per il SIMP può essere un altro mi piace, un cuoricino, o meglio un messaggio in posta privata. Quando lo smidollato riceve le attenzioni dalla sua amata esplode di gioia, e corre subito sui siti porno o sull’Only Fans della tipa a segarsi durissimo. Per i Simp più validi poi ci può essere anche l’opportunità di entrare nell’élite degli orbiter.

L’orbiter è un maschio che gira letteralmente attorno a una donna in cerca delle sue attenzioni sessuali. Questa sottospecie di uomo è capace di fare di tutto per accontentare la donna oggetto del suo desiderio, e finisce sempre per essere manipolato pesantemente.

Le donne moderne amano avere degli orbiter, e spesso in questa categoria cadono anche gli ex meno validi, che invece di essere eliminati vengono declassati per essere ulteriormente usati, sostituiti da un maschio migliore.

Il fenomeno purtroppo sembra non avere battute d’arresto. Sempre più uomini di ogni età si umiliano pubblicamente davanti a vere e proprie Divinità SIMP come Diletta Leotta o Miriam Leone. A volte, presi dalla frustrazione, manifestano tutta la loro voglia di sesso con commenti memorabili che vale la pena di citare. Non solo “sei bellissima”, “stupenda” e “DEA”, ma anche volgarità degne di Christian De Sica in Vacanze di Natale a Ladispoli!

Carrellata di commenti SIMP segaioli a un video di Miriam Leone.
La parola all’esperto.
Un SIMP sbizzarrito sulla showgirl argentina Lola Ponce.
I sogni dell’uomo moderno.
Le parole dei segaioli dopo la challenge “prova a non sborrare” con tanto di tempi.

Class Alfa

Appassionato di miglioramento personale. Esperto di chirurgia plastica e maxillofacciale, sociologia e gestione di micro impresa.

3 commenti su “Chi è un SIMP?”
  1. Beh……….questo articolo sembra tagliato su misura su un tizio che conosco.
    In lui si ritrova con precisione scientifica assoluta tutta la letteratura in questione:
    – E’ prodigo di complimenti virtuali nei confronti di una delle due supergnocche inavvicinabili (la bionda che parla di sport in questo caso) citate nell’articolo.
    – in passato era “balzato agli onori della cronaca” per essere stato lasciato in modo crudo e brutale dalla tipa (peraltro già ragazza madre) con cui si era messo perché lei voleva garantirsi la possibilità di vivere senza patemi una settimana di sesso con un artista di colore che l’ha sedotta grazie alla sua carnalità e al suo status delle 4 mura. Dopo questa esperienza, facendo leva sul proposito dell’ex fidanzato/beta provider di tornare insieme dopo la “parentesi caraibica” Lei lo ha riciclato come orbiter.
    – Adesso pare che si sia fidanzato con un’amica cessa di quest’ultima a cui legge poesie d’amore per telefono durante il forzato distanziamento dovuto alla pandemia.
    Quindi direi articolo ben fatto e molto aderente alla realtà…
    Complimenti………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *