• Novembre 23, 2022

Minacciano e attaccano il mio blogghetto!

DiClass Alfa

Set 5, 2022

Qualche giorno fa un caro amico mi ha segnalato questo interessante post su facebook che ora condivido con voi. Ovviamente potrei condividere in chiaro, dato che il post é pubblico, ma per evitare rogne con queste persone oscuro i nomi.

Sbigottiti minacciano denunce alla postale per questo mite audio di un anno fa: audio.

Ora, veniamo alla riflessione.

Rendiamoci conto di quanto la societá sia totalmente slegata dal buon senso e in preda alle sue folli e autodistruttive convinzioni. Dire che un uomo adulto dovrebbe costruire una famiglia con una ragazza giovane e con poca esperienza, come accaduto per millenni in gran parte del Mondo é una follia e una istigazione alla pedofilia. E badate bene, non ho parlato di bambine, ma di ragazze, di sedicenni o diciottenni. E voglio ricordare a questi stupidini che l’etá del consenso in Italia resta a 14 anni.

Ovviamente anche dire che una bella donna ha probabilmente piú esperienze, piú separazioni, piú tradimenti, piú relazioni fallite di una donna non bellissima e che quindi spesso non é un’ottima compagna, comprensiva ed equilibrata, é un reato punibile con la castrazione!

Queste mie affermazioni sono da “denuncia alla polizia Postale”, mentre esaltare l’emancipazione sessuale della donna anche in giovane etá va benissimo. Non ci sono problemi se una adolescente, magari anche piú giovane di una sedicenne, fa “le sue esperienze” (leggi farsi chiavare da numerosi partner), non ci sono problemi se oggi la maggior parte delle ragazzine finisce per regalare la propria verginitá a ventenni o coetanei drogati, psicopatici e bulli che le rovinano e gli spezzano il cuore. Non ci sono problemi se una sedicenne frequenta un coetaneo che la spinge a fumare cannabis, o peggio, a fare sesso ai primissimi appuntamenti, magari facendo pure video da far vedere agli amici con lei ubriaca che fa un chinotto. Non ci sono problemi se queste ragazzine arrivano a 20/22 anni totalmente disilluse, incapaci di amare e di rispettare un uomo. Non c’é nulla di male. Non c’é alcun problema se l’adolescente che “fa le sue esperienze” si becca malattie veneree e magari pure una gravidanza indesiderata che la porta a crescere un figlio da sola o peggio a subire il gravissimo trauma psicologico dell’aborto.

Se una ragazzina diventa una disagiata tale, a furia di “fare esperienza”, da convividere questa porcheria sui social, non ci sono problemi: Cosa caricano su tiktok le giovani italiane?

Se invece inciti ai doveri tra partner, alla valorizzazione della prima volta di una giovane, ad avere pochi o addirittura un solo partner, al crescere figli in ambiente equilibrato e non sessualizzato sei un pedofilo da denunciare.

Grazie a Dio la Polizia non é fatta di mentecatti come voi e ha di meglio da fare.

Ad ogni modo mi dichiaro colpevole di ritenere la donna moderna totalmente rovinata dalla liberazione femminile. I metodi contraccettivi hanno slegato totalmente il sesso dall’amore e hanno distrutto il matrimonio, la famiglia e l’infanzia dei bambini.

Peró almeno un concetto potete capirlo, spero, senza correre dall’autoritá che in altri contesti attaccate. Non esiste una societá perfetta dove i diritti di tutti sono rispettati e garantiti. Ci sono due vie, la societá che mette al primo posto i deboli (l’antico “vecchi, donne e bambini”) e quella che mette al primo posto i forti, gli adulti e i loro bassi istinti. Se permettete io sono per una societá che rispetta gli anziani, i bambini e le donne e non insegna alle ragazzine a mercificare il proprio corpo in cerca di attenzioni, favori personali, like, autostima. Sono per un mondo dove le donne prima di essere rispettate dagli altri rispettano se stesse. Sono per donne che non corrono a scopare a 14 anni con un poco di buono attraente e senza futuro. Se questa é una colpa, mi dichiaro colpevole.

Sono per una societá con adulti che fanno delle rinunce per il bene dei cittadini del domani. Uomini e donne che rinunciano alla corsa sfrenata all’edonismo per essere genitori responsabili, anche in giovane etá.

p.s.

E all’eunuco che minaccia denuncia online, la stessa me la invii per email a [email protected] cosí la posso stampare e accomodare nel mio bagno vicino alla carta igienica e pulirmici il culo la prossima volta che cago. Cordialmente.

Class Alfa

Appassionato di miglioramento personale. Esperto di chirurgia plastica e maxillofacciale, sociologia e gestione di micro impresa.

1 commento su “Minacciano e attaccano il mio blogghetto!”
  1. Piena solidarietà al Comandante per questi ignobili attacchi provenienti da disabili mentali totalmente plagiati da istituzioni e mass media. Però ammetto che, ogni volta che osservo i dati della impietosa denatalità dell’Occidente, mi scappa sempre un mezzo sorrisino mentre pregusto la sua futura estinzione….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *