• Luglio 29, 2021

Focus mentale e successo.

DiClass Alfa

Mar 15, 2021

Pochi mesi fa ero quasi a terra causa covid. Ero praticamente finito senza soldi, e un ulteriore lock down mi ha quasi dato il colpo di grazia economico.

In realtà è tutta colpa mia e delle scelte sbagliate dell’ultimo anno che mi hanno fatto arrivare inpreparato alla pandemia. Bisogna sempre cercare di responsabilizzarsi, se andiamo a scaricare su cause esterne i problemi non troveremo mai le soluzioni. Dobbiamo concentrarci su quello che stiamo sbagliando e piano piano arriveranno anche i feedback da fuori.

Solo le donne possono permettersi di vivere costantemente prive di responsabilità e in uno stato di vittimismo perenne. Se un uomo si comporta così è la fine.

Da gennaio le restrizioni si stanno alleggerendo sempre di più e le cose stanno riprendendo a funzionare. Sono tornato alla situazione economica di qualche mese fa e ovviamente mi sento più tranquillo.

Il momento non è stato facilissimo, ma è proprio questo genere di prove che serve per fare un passo avanti ulteriore e diventare un uomo, quindi autosufficiente e in grado di sopravvivere nell’ambiente che si trovi davanti.

Verso metà dicembre, casualmente quando ho iniziato a scrivere i primi articoli per il blog poi aperto a gennaio, ho avuto un cambiamento psichico davvero consistente. Mi sembra che qualcosa si sia sbloccato e la mia mente è tornata ad avere una discreta lucidità.

Attribuisco il mio ritorno prepotente di focus principalmente a due fattori. Prima di tutto ho fatto una pausa di 28 giorni da seghe e porno. Non lo avevo mai fatto e credo che liberare il mio corpo dalla dopamina per diversi giorni sia stata una delle chiavi giuste. Ora per inciso sono tornato a masturbarmi, ma il ritmo comunque è ridotto rispetto a prima. Credo che il mio cervello fosse davvero saturo e consiglio a tutti di fare una prova del genere. Non si tratta di NOFAP, ma semplicemente di staccare per un periodo da un’abitudine ormai quitidiana per tutti noi.

Controllare l’impulso sessuale è anche stato molto importante in quanto esercizio di forza di volontà. Un piccolo successo che va a sommarsi ad altre piccole vittorie che mi servono per mantenere sempre alta l’autostima nel quotidiano.

La seconda causa del mio ritorno di focus mentale è sicuramente il ritorno alla scrittura. Ho voluto aprire questo blog anche per tornare a scrivere, cosa che ultimamente facevo molto meno. Alcuni anni fa scrivevo discretamente, tanto da prendere 14/15 al tema di maturità classica. Con il tempo e il trasferimento all’estero gli errori si erano fatti più presenti, e probabilmente ne avrete trovati alcuni.

Scrivere non è solo importante per migliorare la propria sintassi, ma è anche utilissimo per allenare il cervello a esprimere concetti in modo chiaro e a memorizzare. Consiglio a tutti i miei lettori di scrivere di tanto in tanto, di tenere un diario, magari online. Parlare ad un pubblico, per il solo fatto di farlo, ti da poi automaticamente un valore. Diventi una piccola autorità all’interno della comunità di lettori. Anche questo aiuta l’autostima e tutto lo stato mentale, quindi il focus.

È inutile dirvi che commetto molti meno errori durante il lavoro ultimamente e soprattutto soppeso meglio le parole. Le trattative sono sicuramente migliori, più fluide, e sono anche più duro nel farle senza sentirmi a disagio.

Probabilmente il ritorno del focus mentale che sto vivendo, e che ogni tanto mi sorprende dopo lunghe ore al massimo, è anche conseguenza sul lungo periodo del mio miglioramento estetico.

È stato veramente un toccasana per lo spirito, l’autostima e la concentrazione. Ovviamente gli effetti sulla fluidità del pensiero sono arrivati con molta calma, ma sono sicuro che l’operazione abbia il suo peso.

Credo anche che sia comune a molti uomini avvicinarsi ai 30 anni e iniziare a capire finalmente come vanno le cose, chi siamo e cosa vogliamo veramente.

Tolti pochi fortunati, cresciuti quasi sempre al fianco di padri giusti e assertivi, nei primi trent’anni della vita ci troviamo seduti sul sedile passeggeri, quasi come vittime inermi del fato. Il passaggio al volante, per chi lo fa, avviene sempre in grande ritardo, anche vicino ai 40 anni.

Questo “passaggio”, questa presa di coscienza, in realtà non avviene per tutti. Non tutti i maschi diventano Uomini, anzi, la maggior parte oggi sembra vivere in un costante stato infantile. Altri, ancora peggio, sviluppano invece un’indole femminile. Non mi riferisco agli omosessuali, ma piuttosto a quei “maschi” che sono carichi di energia negativa femminile e agiscono di conseguenza. Mi riferisco ai colleghi invidiosi, a chi sparla, ai passivi aggressivi, agli emotivi, ai frignoni, alle povere vittime.

Responsabilizzati di tutto, il prima possibile, e cerca di metterti sulle spalle il carico più grande che puoi. Sarà difficile all’inizio, ti sentirai schiacciato, ma poi i tuoi muscoli si abitueranno.

Questa è la strada dell’uomo. Da sempre per essere dobbiamo agire, combattere, prenderci responsabilità. Mai sentito “prima donne e bambini”? In quanto uomini siamo sacrificabili, sempre. È il nostro destino, prima lo capiamo e prima potremo avere successo.

Class Alfa

Appassionato di miglioramento personale. Esperto di chirurgia plastica e maxillofacciale, sociologia e gestione di micro impresa.

4 commenti su “Focus mentale e successo.”
  1. ” Solo le donne possono permettersi di vivere costantemente prive di responsabilità e in uno stato di vittimismo perenne ” quanto c*zzo è vera questa frase . Una donna (soprattutto italiana) può letteralmente permettersi di non fare un cazzo tutto il giorno . Potrei fare migliaia di esempi di ragazze mie conoscenti che non fanno nulla o sono disoccupate e va bene così tanto il fidanzatole mantiene . una donna può permettersi il lusso di essere senza un soldo e senza patente e comunque farsi le vacanze in Sardegna d’estate e Cortina d’inverno e fare una bella vita . In realtà la donna media qualcosa guadagna con il lavoro (sempre lavori molto difficili come la commessa o la parrucchiera mentre la sua controparte maschile si spacca il culo in fabbrica) ; peccato che poi il suo cervello da gallina le fa spendere tutto in vestiti sushi e candele profumate . Ridicole

  2. Condivido in pieno quello che stai dicendo. Una donna può permettersi l’obesità o di uscire con i denti gialli senza perdere minimamente spasimanti che le danno validazione e le pompano l’ego, deresponsabilizzandola anche della minima cura estetica necessaria.
    Un uomo, basta che perda qualche capello a causa della sua virilità (DHT) e si ritrova quasi spacciato a meno di compensare con altre qualità veramente eccelse.
    Donne che non si valorizzano pretendono e spesso vanno con uomini che possono o si rompono la schiena per dare un contributo visivo (estetica) o sociale (situazione socio-economica).
    Questo è il ventunesimo secolo

  3. mi è venuta in mente una cosa riguardo al porno ;ci sono moltissimi studi che affermano che sostanzialmente il porno a lungo termine fotte completamente la corteccia frontale , area responsabile di molte funzioni tra cui la forza di volontà . il porno è un artificio , è innaturale e sono sempre più convinto che nel giro di anni causa disastri , l’ho visto su di me purtroppo . questo blog con alcuni articoli mi sembra che cerchi di identificare le qualità/caratteristiche di maschio alpha moderno a cui ispirarsi , che punta al successo personale/lavorativo/economico/ oltre che a un ottimo equilibrio psicologico . secondo me un vero maschio alpha moderno è uno che è riuscito a liberarsi dal porno . sulle seghe invece non ho mai trovato nessuno studio a riguardo che fanno male , credo sia normale dato che è una cosa naturale , certo sarebbe meglio non esagerare , 1/2 al giorno sono troppe .
    credo che la cosa migliore sia stare senza porno in modo definitivo , solo seghe “a fantasia” e provare a ridurre la dose di seghe settimanale o fare dei periodi senza ; non bisogna mai abituare il cervello al rilascio costante e immediato di dopamina e simili .
    per concludere secondo me il porno è una delle rovine peggiori dell’uomo moderno , i sintomi sono subdoli non te ne accorgi e intanto vai avanti e continui a peggiorare ; non so se sei d’accordo con me con questa visione del porno

    1. Certo che sono d’accordo, l’ho scritto in diversi articoli che trovi scrivendo “porno” nella barra ricerca. È pericoloso perchè ti premia praticamente senza sforzo, se uno riuscisse a vedere porno in modo molto saltuario, diciamo ogni due o tre mesi, sarebbe anche ok, ma io credo che sia quasi impossibile. È molto potente, non ho mai conosciuto uno che si fa di eroina ogni due mesi, quando conosci certi piaceri ci cadi del tutto.
      Un maschio equilibrato e di successo probabilmente ne fa a meno, però ha comunque altre cose piacevoli da fare. Probabilmente quando hai tanto nemmeno ci pensi, il problema è che il porno riduce anche l’ambizione e la voglia di migliorare.
      Ad ogni modo un periodo di astinenza sessuale totale ogni tanto secondo me va fatto come esercizio mentale e di volontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *