• Maggio 24, 2024

Utili consigli per controllare la depressione

DiClass Alfa

Mar 15, 2024

Ormai lo sappiamo, il male del nostro tempo é un insieme di tristezza e ansia che chiamiamo generalmente “depressione”.

Il depresso si sente senza motivazione, senza energie, senza una meta. La sua vita non ha senso. Se la nostra vita fosse un’automobile potremmo dire che il depresso sta sul posto del passeggero, non guida.

Cosa possiamo fare per controllare e invertire questo flusso negativo di pensieri, ormoni e azioni?

Spegnere i pensieri intrusivi.

Non ti capita mai di avere in testa un’idea negativa su qualcosa? Magari un collega di lavoro ti ha detto una frase che non hai digerito, non hai risposto a tono e ora, dopo mezza giornata, sei lí che rimugini sul fatto. Pensi a cosa avresti voluto dire, ti immagini passo passo la litigata, lo insulti ecc. Ecco, questo é un pensiero intrusivo, un pensiero che ti entra in testa e a volte anche per diversi minuti ti carica di energia negativa, di ansia, di rabbia.

Dobbiamo imparare a conoscere questi meccanismi del nostro cervello e bloccarli subito. Non portano a nulla. L’ideale sarebbe cercare di evitare certe persone e chiudere certi rapporti, ma se non possiamo farlo almeno dovremmo evitare di investire tempo libero a rimuginare sui fatti, le frasi, le osservazioni, i commenti, le cattiverie.

Dobbiamo pulire la nostra mente da certi pensieri e quando possibile dobbiamo mettere subito in chiaro certe cose con la persona. A volte un piccolo scontro a inizio rapporto calibra meglio le forze. Purtroppo certe persone sono fatte cosí, appena ti conoscono ti mettono alla prova bullizzandoti leggermente, ti fanno un leggero shit test. Anche le donne lo fanno spesso a inizio relazione, anche e soprattutto inconsciamente. Ti mettono alla prova mancandoti il rispetto, prendendoti in giro, mantenendo rapporti ambigui con ex e “amici maschi”.

Mettere in chiaro le cose da subito é spesso il miglior modo per iniziare la relazione col piede giusto, sul lavoro, in amore, all’Universitá.

Avere una routine metodica.

Il modo migliore per non essere depressi é non avere nemmeno il tempo per pensarlo. Se ti alzi tutti i giorni molto presto e parti a cannone con attivitá non improvvisate, ma programmate, non solo non hai tempo per fermarti e deprimerti, ma hai anche una serie di attivitá da compiere che danno senso alla tua giornata e alla tua vita.

Spesso pensiamo di essere depressi, tristi, senza una meta. La veritá é che non sappiamo vivere, cioé ci aspettiamo di fare tutto a cazzo, a intuito, senza programmare, senza scrivere, senza orologio, senza calendario. Se certi strumenti esistono é perché hanno aiutato le persone per secoli.

Oggi abbiamo uno strumento potentissimo che io ho iniziato ad usare solo di recente dopo che mi hanno fatto una multa per non avere assicurato la macchina. Era scaduta da 6 giorni e mi ero dimenticato di rinnovarla…

Dopo questa batosta mi sono deciso e ho iniziato ad usare Google Calendar. Ovviamente la prima cosa che ci ho messo é stata la data di scadenza della polizza.

Ho poi dato anche alla mia assistente accesso al mio calendario con il suo account gmail tramite workspace. Lavoro e vita privata tutto in un solo calendario.

Se usate questi strumenti potete davvero avere un miglioramento allucinante, essere organizzatissimi, non dimenticare appuntamenti e scadenze, ottimizzare il tempo e fare piú cose possibili.

Per chi ha una moglie si puó addirittura condividere il calendario con lei e unire tutte le attivitá su un solo calendario in modo da avere anche dei buchi per divertirsi insieme, uscire, fare viaggi.

Che poi é ovvio…se ti alzi tutti i giorni a orari diversi, non hai uno straccio di attivitá da portare avanti tipo lavoro o studio come pretendi di poter concludere qualcosa e non sentirti una merda a fine giornata? Ovviamente avere un lavoro aiuta moltissimo, questo é uno dei tanti motivi per cui le persone si sentono realizzate lavorando. Il ritmo di lavoro da ritmo a tutta la loro vita. Ma noi dovremmo fare un passo oltre e cercare di avere un ritmo al di lá del lavoro. Un ritmo che si mantiene stabile anche durante le ferie, nei fine settimana, nei periodi in cui siamo senza impiego. Pensate poi a un professionista che lavora autonomamente…come puó essere produttivo e non impazzire se non organizza bene il suo tempo?

La depressione spesso é conseguenza del caos che abbiamo nella gestione della nostra vita.

Ordinare i propri spazi.

Sembrerá una pagliacciata per molti, ma non lo é. Infatti ne abbiamo giá parlato con la recensione di questo libro. Una delle cose piú importanti da fare é organizzare i propri spazi. Una stanza pulita aiuta a rilassarsi. Un’automobile in ordine aiuta a guidare con calma, a non arrivare in ritardo, a sentirsi bene. Idem per i vestiti.

Gli oggetti e gli spazi che ci circondano devono essere il piú ordinati possibile. Per chi puó permetterselo una persona adibita proprio a questo é importantissima. Basta anche un giorno a settimana di donna delle pulizie per cambiare totalmente l’assetto della vostra casa. Delegare la pulizia e l’ordine, almeno in parte, é utilissimo. Questo é uno dei mille motivi per cui dovremmo tutti avere una moglie/compagna. Le donne hanno un talento naturale nell’ordinare e ottimizzare gli spazi. Noi uomini calcoliamo le misure e le distanze a occhio, perché per millenni siamo stati cacciatori che lanciavano frecce e costruttori che montavano di tutto. Le donne, dall’altra parte, sono prodigi naturali nel pulire, ordinare, incastrare mobili e abbellire spazi. Per millenni infatti hanno fatto le mogli, le madri, le cuoche…poi hanno deciso di bruciarsi il cervello dopo il ’68…ma questo non é l’argomento di questo articolo. Quindi prendiamo una donna delle pulizie pagata e amen…

Uno dei segreti che ho imparato da un signore ebreo a cui ho venduto una miscelatrice di cemento qualche mese fa é buttare via le cose inutili. Questo simpatico israeliano residente a Panama da 30 anni mi ha detto che in tutte le sue aziende ha sempre avuto l’abitudine “per legge” di fare una pulizia profonda ogni inizio anno. Per liberare gli spazi e quindi anche la mente ordina ai suoi operai di buttare tutto quello che é inutile. Anche se un oggetto potrebbe servire in futuro lui lo butta, fa spazio, pulisce e crea un ambiente piú minimalista e dinamico dove le idee possono scorrere meglio.

Meglio avere poca roba che usi sicuro che un sacco di cianfrusaglie inutili. Anche io faccio cosí spesso, anche in casa. Ogni tanto butto fuori tutti i vestiti dall’armadio e ogni capo che non uso regolarmente per qualche motivo lo butto in una cesta e lo trasformo in stracci. Collezionare vestiti vecchi é un brutto vizio di tanta gente, idem le scarpe. Due tre paia al massimo, il resto via.

Meno cose abbiamo intorno meglio stiamo e meglio pensiamo. Soprammobili e appendini sono un cancro vero per la creativitá e la produttivitá. Non parliamo poi della pulizia. Uno spazio libero é mille volte piú facile da pulire e ordinare.

Butta via quello che non ti serve, smetti di pensare con rabbia e organizza le tue giornate per iscritto e vedrai che la tua vita non fará cosí schifo.

Class Alfa

Appassionato di miglioramento personale. Esperto di chirurgia plastica e maxillofacciale, sociologia e gestione di micro impresa.

2 commenti su “Utili consigli per controllare la depressione”
  1. Tutto giusto quello che dici.
    Il problema è che c’è pure un altro livello di “depressione” che colpisce solo le persone sensibili e riflessive e cioè quando si pensa al senso ed allo scopo dell’esistenza e dell’universo.
    Non se ne esce dai pensieri su questo e le conclusioni sono inevitabilmente ammorbanti ed in assenza di una vita sentimentale e sessuale degna ti sovrastano in ogni momento.

    1. Queste suddette persone riflessive dovrebbero arrivare a conclusioni sostenibili sul lungo periodo e trovare un senso alla loro vita, magari capire che non sono ”sensibili” ma deboli. La vita é dura e tragica per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *